11.2 HAYWARD WILLIAMS

SABATO 11 FEBBRAIO 2017 – ore 21.00:

Teatro Comunale di Dozza

Via XX Settembre, 51 – Dozza (BO)

ANTEPRIMA DELLA STAGIONE!

Tracks – Tracce d’autore

PMA Promotion presenta:

HAYWARD WILLIAMS

feat J.HARDIN

Hayward Williams – voce, chitarra

J Hardin – voce, chitarra

Opening Act:

VALENTINA MONTI & DAGMAR BENGHI

Valentina Monti – voce

Dagmar Benghi – chitarra

Il ritorno dopo 2 tour di grande successo del folksinger di Milwaukee Hayward Williams, stavolta con il supporting act e la partecipazione del songwriter J. Hardin, recentemente prodotto proprio da Williams stesso.
Voce profonda ma delicata, lo stile di Williams è asciutto e snello ma compensato dalla sua sincera naturalezza e dalla spiccata personalità sul palco del nostro. Recentemente Williams ha pubblicato il suo sesto lavoro “The Reef”, prodotto da Jeff Focault con la partecipazione di Billy Conway dei Morphine alla batteria e di Jeremy Moses Curtis (Booker
T., Levon Helm) al basso. Dieci canzoni che esplorano l’anima più black di Williams, contaminata non solo dall’indie-folk, ma anche da blues, country e gospel.
J. Hardin, sconosciuto ragazzo del Mississippi, da qualche anno residente in Wisconsin. Poche le notizie al riguardo, un nuovo album che dovrebbe in teoria rimetterlo sotto i riflettori. Già, perché si tratta di una seconda vita per Jason Everett Hardin, questo il nome completo, un tempo noto con lo psedonimo di Everett Thomas e titolare di due album registrati fra il 2005 e il 2011 che gli offrirono qualche passaggio televisivo e una manciata di tour condivisi con nomi importanti come Over The Rhine e Sara Watkins (Nickel Creek).
The Piasa Bird è il lavoro che J. Hardin presenta oggi.
Hardin, come Williams, è di quella generazione di cui sopra, a metà fra tradizione folkie e sensibilità indie, tra melodia pop e alternative country di provincia. 

Il sound evoca quindi toni confessionali elettro-acustici, tra una Calypso che potrebbe uscire dalle sessioni di Gold (Ryan Adams, e chi altrimenti, magari quello de La Cienega), la gemella Woman Like You, poche pennellate di chitarra e organo a rincorrersi sulla semplice melodia, prima di affrontare l’oscurità western di Shot My Baby Down. La scenografia è scarna, l’effetto abbastanza familiare, la canzoni dotate di quella patina agrodolce tipica di questi songwriter (My Oh My, il doppio atto di Oh Sophia, ballata divisa in due parti), anche se colpi di genio, cambi inattesi e particolari sorprese sono bandite dall’orizzonte.

www.haywardwilliams.com
www.jhardin.net

Questa voce è stata pubblicata in In calendario. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.