28 maggio: Chronicles

Sabato 28 Maggio 2011 – ore 21
PERSONAE – Percorsi Teatrali & TRACKS – Tracce d’autore
Compagnia Teatrale della Luna Crescente & Street Legal presentano:
CHRONICLES
musiche: Andrea Tampieri – chitarra; Corrado Gambi – voce
Street Legal: Gianluca Morozzi – chitarra
Giorgio Malucelli – chitarra e voce
Francesco Checco Palmisano – chitarra e fisarmonica
Alberto Sebastiani – basso
e con la partecipazione di: Alfonso Cuccurullo
Iniziativa all’interno di “THANK YOU BOB”, progetto-tributo dedicato al 70° compleanno di Bob Dylan

“La mia strada era stata lunga e avevo cominciato dal niente. Ma adesso il destino stava per manifestarsi, e io avevo la sensazione che stesse guardando dritto in faccia a me, e, a nessun altro.”…
Siamo nel 1961, all’epoca in cui Dylan giunge a Manhattan, ed è attraverso i suoi occhi e la sua mente aperta che possiamo gettare uno sguardo sul Greenwich Village. La New York di Dylan è la magica città delle possibilità: feste piene di fumo e che durano la notte intera, straordinarie scoperte letterarie, amori passeggeri e amicizie indistruttibili.
La voce di Dylan è distintamente americana: generosa di spirito, impegnata, fantasiosa e ritmata. Un racconto intensamente personale di un’epoca assolutamente straordinaria. Di volta in volta rivelatrice, poetica, appassionata e ironica, la voce di Dylan diventa incantevole spiraglio sui pensieri, toccante riflessione sulla vita, le persone, i luoghi di un uomo e un artista tra i più grandi interpreti del suo tempo.
Dylan più volte “arriva a noi”, seguendo quella consuetudine per cui poeti e scrittori “ci dicono come sentiamo, dicendoci come loro sentono”, trovando il modo di esprimere l’inesprimibile, a volte dicendoci la verità a volte mentendoci “perché i nostri cuori non abbiano a spezzarsi”… con grande ironia, con grande senso epico, a volte con grande “cialtroneria”… in un collage di vita vera, vita immaginata, episodi verosimili, altri assolutamente privi di riscontro certo… racconti, episodi, aneddoti, giochi di parole, invenzioni, piccoli capolavori di umorismo… Questo è Bob Dylan…questo il Dylan scrittore… questo e molto altro…
Qui, in questo spettacolo, si intreccia il Dylan scrittore, e il Dylan musicista, e a rendere la complessità delle varie atmosfere, sono le voci dei musicisti stessi e degli attori, in un gioco di cut-out (taglia-cuci), anch’esso omaggio alla “folle” scrittura di Dylan, accompagnate dalla sua musica e dalle sue canzoni eseguite dal vivo.

Corrado Gambi e Andrea Tampieri collaborano assieme dal 1994, approfondendo l’intesa che stabilirono fin dall’inizio e confermando, in diverse occasioni, una comune sensibilità.  (“I cancelli del cielo”, “Borderline”, “Pappagalli verdi”, “Blue Valentine”, alcuni spettacoli finali di laboratori tenuti nelle scuole, “Ho trovato il chitarrista molto ubriaco ma estremamente solido”).
Bob Dylan e Bruce Springsteen sono stati il principale terreno di studio e, assieme, occasione di sperimentare gli arrangiamenti originali di Andrea Tampieri, seguendo le possibilità della voce di Corrado Gambi. Il piacere di ritrovarsi a provare, di nuovo, è, oggi, tenacemente ricercato nonostante gli “ostacoli” delle loro scelte di vita nettamente differenti. Ma il tenace inseguimento di Dylan e di Springsteen, attuato (scientificamente … “c’è del metodo, in questa follia”…) da Corrado Gambi negli anni e lungo varie strade d’Europa e d’America, reca come frutto sempre nuove ispirazioni, che non possono non portare a cercare, ovviamente, Andrea… prima o poi.

Gli Street Legal nascono all’inizio del 2007 come tributo acustico a Bob Dylan, in forma di trio: Giorgio Malucelli (voce e chitarra), Gianluca Morozzi (chitarra e armonica – noto scrittore di romanzi, tra cui ricordiamo “Accecati dalla luce” ed. Fernandel, “Nato per rincorrere”, “Blackout”, “L’era del porco” e “Il vangelo del coyote”, “Cicatrici” editi da Guanda) e Alberto Sebastiani (basso). Dopo il debutto al Tapas di Torino, la band si allarga con l’ingresso del polistrumentista Francesco Checco Palmisano (fisarmonica, chitarra elettrica, percussioni). In questa formazione si esibisce in rassegne prestigiose quali Scandellara Rock, o in locali storici come Ca’ De Mandorli. Il repertorio pesca dai mille rivoli del vastissimo songbook di Bob Dylan, dai grandi classici come Like a Rolling Stone a perle poco note come When the Night Comes Falling From the Sky. Il tutto ri-arrangiato in chiave acustica, ma assolutamente rispettosa dell’opera del grande cantautore.

I commenti sono chiusi.