Presenze/assenze: voci e storie della Shoah

PRESENZE/ASSENZE:
VOCI E STORIE DELLA SHOAH

con: Corrado Gambi (voce narrante)
Paola Camerone (ombre)

con videoproiezioni di immagini dal museo “Yad Vashem” di Gerusalemme e con le voci registrate di Benedetta Conte

Voci, immagini, suoni… e ombre… pagine ormai ingiallite di una storia ormai lontana che occorre mantenere viva nella memoria, pena il grande pericolo che possa ripetersi. Presenze di uomini, donne, vecchi, bambini… Presenze che sono testimonianza di tragiche assenze… grida nel silenzio delle macerie dei campi di sterminio… grida nel silenzio delle nostre coscienze. Il XX secolo è destinato ad essere “la zona grigia” della storia umana. È il secolo che con i campi di sterminio nazisti e l’assassinio delle persone di religione ebraica, ha generato negli esseri umani “l’intollerabile vergogna di essere uomini”. Vergogna che vi siano stati uomini che hanno potuto diventare nazisti, vergogna per non aver saputo impedirlo. Vergogna che si voglia o si possa dimenticarlo. Ed infine, vergogna che si debba anche solo pensare che possa nuovamente accadere. Sapere, conoscere, tramandare, restano le sole risposta contro questa vergogna. A noi spetta l’esercizio permanente dell’insurrezione contro l’intollerabile.

Questo spettacolo è occasione di profonda riflessione sui valori perenni della libertà, della tolleranza, della democrazia che attraverso la centralità dell’uomo e della sua dignità, costituiscono sicuro argine a qualsiasi discriminazione etnica, religiosa, razziale.

I commenti sono chiusi.